ARTICOLO DI FONDO

Viaggio nel tempo alla ricerca dell'universo perduto

Fonte: ANSA

Un affascinante viaggio nel tempo alla ricerca delle vestigia di universi precedenti al Big Bang, viene proposto da modelli matematico-fisici che interpretano lo spazio nelle vicinanze di un buco nero. Con questo 'trucco' il fisico brasiliano Juliano Cesar Silva Neves, dell'universita' di Campinas in Brasile, riesce a descrivere la teoria che rifiuta un inizio definito del cosmo, come il Big-Bang, e propone un'eterna successione di universi, al punto da ipotizzare la conservazione nel nostro universo di tracce di un precedente universo. La ricerca e' pubblicata sulla rivista Relativity and Gravitation.
Sebbene il Big Bang sia da tempo la teoria piu'accreditata sulla nascita e l'evoluzione dell'Universo, non c'e' consenso unanime nel mondo scientifico: alcune teorie prevedono evoluzioni diverse dell'universo come noi lo conosciamo. L'idea su cui si basa il modello realizzato da Silva Neves, ovvero di un universo "che, prima della corrente fase di espansione, ha subito una compressione, o addirittura che ha rimbalzato molte volte espandendosi e comprimendosi e continuera' a farlo per sempre" non e' quindi nuova, spiega l'astrofisico Paolo De Bernardis, docente all'universita' Sapienza di Roma, ma "e' un'idea affascinante - spiega - perche' evita uno dei problemi piu' delicati della cosmologia, l'inizio del tempo, presente nel modello del Big Bang standard.

La novita' dello studio di Silva Neves e' di aver usato dei metodi matematico-fisici che sono stati sviluppati per descrivere lo spazio nelle vicinanze di un buco nero. Grazie a questo "trucco" Silva Neves e' riuscito a descrivere un universo senza singolarita' iniziale (cioe' senza Big-Bang), con un passaggio per una fase molto compressa, durante la quale potrebbero essersi conservate tracce di quanto era successo nella precedente fase di compressione".  

Tuttavia, osserva De Bernardis, "per qualsiasi teoria e' fondamentale formulare previsioni verificabili sperimentalmente. In questo caso, se si riuscissero a identificare dei residui della fase precedente, la teoria di Silva Neves acquisterebbe una grande rilevanza. Ma c'e' molto lavoro da fare per capire la reale osservabilita' di questi residui - conclude - (che potrebbero essere residui di buchi neri esistiti nella precedente fase dell'universo) e la loro distinguibilita' dagli analoghi oggetti formatisi in questa fase dell'universo".
Un punto di vista interessante che deve tuttavia trovare conferme. Sulla stessa linea Stefano Borgani, direttore dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), perche' "e' assolutamente legittimo guardare ad altre soluzioni, ma bisogna vedere quanto queste nuove teorie tornino. Vanno verificate con osservazioni e esperimenti. Ogni teoria alternativa a quella standard ha come prima richiesta quella di fare delle predizioni e va confrontata con osservazioni e esperimenti per essere esclusa. Se non puo' essere esclusa, ne verificata, non e' interessante e non si puo' decidere se e' corretta oppure no. Ma e' comunque benvenuto il fatto che i ricercatori pensino di 'battere' strade alternative".

 


ROCCO VITTORIO MACRI'

 

Nel 29esimo anniversario della Morte di Todeschini siamo lieti di segnalare questa opera di un  grande Amico del Circolo:

 

 

 

 

I FONDAMENTI DELLA RELATIVITA'

Onde gravitazionali, espansione dell’Universo, morte dell’etere, dilatazione del tempo, universi paralleli, torsioni dello spaziotempo, cunicoli spaziotemporali, viaggi nel tempo, principio di equivalenza, esperimenti mentali di Einstein… All’interno del magico castello einsteiniano tutto ribolle di mistero ed attrae ogni mente assetata di conoscenza: da quella scientifica a quella filosofica, dalla mente matematica a quella ingegneristica. Appare tutto così strano in questo einsteiniano mondo alato che, visto il funzionamento perfetto di ogni formula nell’impatto con la realtà, la fiducia nel buon senso traballa e vien messo in discussione. Si assiste così ad una sottomissione verso il fantastico, l’inattendibile, l’assurdo. Eppure ogni singolo concetto nato dalla fervida immaginazione di Einstein può essere ripensato partendo da una disamina dei fondamenti. Ecco il senso e la missione del presente volume, il quale, mentre apre una dialettica elevata per originalità e “trivellazione” indirizzata all’esperto del settore, possiede nel contempo la semplicità esplicativa accessibile alla mente del neofita. Un libro che avvincerà ogni mente curiosa e desiderosa di investigare il pensiero più intimo e profondo di Einstein.

 

Notizie e modalità per ottenere il libro sono possibili cliccando sulla copertina. 

  

Paolo Giovanetti,

un caro amico nostro oltre che “Amico di Todeschini”, ci ha onorato di farci partecipi di un suo apprezzabilissimo lavoro dal titolo “Teoria dei Vortici Sferici”, nel quale unisce il suo non comune sapere scientifico e filosofico ad una sorprendente capacità di illustrare, sia con il testo ma soprattutto con le immagini, una sua originale teoria cosmogonica.

 

E’ con grande piacere che segnaliamo questo testo, che potrete reperire e acquistare in rete, certi che lo troverete, per la sua particolarissima impostazione, di piacevole lettura oltre che interessante dal punto di vista scientifico.

 

 

(Cliccare sulla copertina)

 

NOSTRO ARTICOLO

 

Nel numero de "Gli Enigmi della Scienza" (Zona Franca Edizioni) di recente uscita, è presente un nostro articolo dal titolo: "L'Universo Fluido" nel quale viene raccontata e spiegata a grandi linee La Teoria del Prof. Ing. Marco Todeschini, di un Universo costituito da Etere Fluidodinamico che genera tutti i fenomeni siano essi fisici, biologici e psichici.

Invitiamo quindi tutti i nostri fedeli sostenitori a richiedere la Rivista e ad acquistarla!

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui affianco la copertina della rivista.

FILMATO DELLA RELAZIONE DEL CIRCOLO

ALLA CONFERENZA DI CATANIA

 

"OLTRE I LIMITI DELL'UOMO"

 

03 LUGLIO 2016

(cliccare sulla locandina)

MARCO TODESCHINI - Tra Fisica e Metafisica

di FIORENZO ZAMPIERI

VERSIONE EBOOK - PER SCARICARLO DIGITARE SUL VOSTRO BROWSER PREFERITO: "MARCO TODESCHINI TRA FISICA E METAFISICA"

PER CONOSCERE TODESCHINI

apri i cassetti....

LIBRI su MARCO TODESCHINI

Per ottenere maggiori informazioni

è necessario inviare una mail all'indirizzo di posta del Circolo:

staff@circolotodeschini.com

 


Il libro "Marco Todeschini" di Fiorenzo Zampieri. Clicca sulla copertina e vai al sito  dell'editore.



NEWSLETTER DEL CIRCOLO

Entra nel Circolo è gratis e potrai proporre contenuti ed attività e sarai sempre informato sulle novità inserite.

Iscriviti gratis al Circolo

* I TUOI DATI

VISUALIZZA I CONTENUTI DEL 2° CONVEGNO DEL CIRCOLO!


Nella sezione "Video e Audio"

la trascrizione fedele della relazione


NOSTRA AUDIO INTERVISTA CON ANTONELLA TODESCHINI

Sezione "Video e Audio"....

Piero Zorzi e Omero Speri accanto al loro “maestro”, il prof. Marco Todeschini
Piero Zorzi e Omero Speri accanto al loro “maestro”, il prof. Marco Todeschini

 

Nel 20° anno dalla sua scomparsa:
OMERO SPERI

----------------------------------

SCIENZIATO
SCOPRITORE NEL 1974
ASSIEME A PIERO ZORZI
DELLA “FUSIONE FREDDA”

 

Pensiamo di fare cosa senz’altro gradita nel ricordare, pubblicando quanto segue, a chi ricorda ed anche a chi non ha avuto occasione di conoscerlo, (scarica l'inserto)

UNIWAVE

"Risintonizza la Tua salute"

Le teorie Todeschiniane

come mezzo al servizio

del benessere.

(Riceviamo e volentieri diffondiamo)

Clicca sull'immagine e leggi...
Clicca sull'immagine e leggi...

SITO DEGNO DI NOTA!

Un grande "Amico di Todeschini", Michele Leonardi, ha regalato a tutti noi questo importante contributo di divulgazione che invitiamo caldamente a visitare....


clicca sull'immagine
clicca sull'immagine

Nostra azione di protesta

contro Wikipedia.

Vai  su: "Wikimpediamo".

 

GRAZIE AL...


TRANSLATE SITE





Free counters!

Codice QR del sito